News

01/10/2008

APPROVATA LA NUOVA LEGGE REGIONALE SUI DISTRETTI RURALI E AGROALIMENTARI DI QUALITA'.

Il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato la legge "Individuazione, istituzione e disciplina dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità". "Si tratta di una normativa importante - spiega il Consigliere regionale Alessandro BIZJAK (PD) - che viene a colmare una lacuna creata dalla disomogeneità della precedente legislazione sui distretti del vino e sui distretti agroalimentari, che tanto peso hanno nell'agricoltura piemontese, e che introduce una vera e propria riforma della politica di distretto, finalizzata a ristrutturare la gestione delle aggregazioni territoriali in forme omogenee e flessibili. I distretti, così come concepiti dalla nuova legge regionale, rappresentano infatti un nuovo approccio alla gestione delle risorse e dei progetti territoriali, puntando a fare sistema, a coordinare le iniziative di promozione, a sostenere i progetti integrati di filiera, con ambiti di applicazione che non riguarderanno solo la produzione ma avranno ricadute positive anche sulla commercializzazione e la promozione, la tutela del paesaggio, il turismo".

29/09/2008

"BORGO DI LERI CAVOUR: IL SINDACO DI TRINO CHIEDA ALLA PROVINCIA DI DIROTTARE LE RISORSE NECESSARIE".

In merito alle dichiarazioni del Sindaco di Trino, che lamenta la destinazione di risorse a favore del recupero del Borgo di Leri Cavour, il consigliere regionale Alessandro BIZJAK (PD) dichiara quanto segue:"Siamo davvero al paradosso: un giorno il Sindaco di Trino reclama per ottenere più fondi come compensazione per il nucleare e la settimana dopo si lamenta con il Governo e con la Regione che avrebbero ‘dimenticato' di stanziare risorse per il recupero del Borgo di Leri Cavour. Eppure, se c'è un problema che il Comune di Trino non conosce è proprio quello della mancanza di risorse. Farebbe bene il Sindaco a riflettere sulla loro utilizzazione e chiedere, per esempio, ai suoi amici in Provincia di dirottare sul recupero del Borgo il milione di euro destinato alla società ‘Terre d'acqua' presieduta dal deputato Rosso. Così facendo, il 50% del problema denunciato dal Sindaco sarebbe risolto. Dia un segnale concreto in questa direzione e vedrà che la Regione, anche questa volta, farà la sua parte. O forse il Sindaco si è già pentito per non aver posto alcun vincolo ad Enel, quando, senza aver alcun progetto in merito, ha acquistato il Borgo a un prezzo simbolico?"

16/09/2008

"SI TRASFERISCA LA SEDE DELL'ENTE RISI A VERCELLI".

"Vista l'importanza che Vercelli e il suo territorio rivestono per la risicoltura italiana, sono convinto che la nostra città, e quindi la nostra Regione, sarebbero perfettamente adeguate ad ospitare la sede dell'Ente Nazionale Risi. Per questo ho chiesto alla Presidente Mercedes Bresso e all'Assessore Mino Taricco di aprire quanto prima un tavolo di confronto con la Giunta regionale della Lombardia per affrontare tutti gli aspetti operativi della questione e di adottare tutti i provvedimenti di competenza dell'amministrazione regionale": il consigliere regionale Alessandro BIZJAK (PD) ha inviato una lettera alla Presidente Bresso e all'Assessore all'agricoltura Taricco sulla questione relativa alla nuova sede dell'Ente Nazionale Risi, attualmente sita a Milano.

15/09/2008

500.000 EURO PER SANTA MARIA DI LUCEDIO.

La realizzazione delle opere di recupero e consolidamento della facciata principale e del sagrato della chiesa di Santa Maria di Lucedio, nel territorio di Trino, sono l'oggetto dell'accordo di programma firmato il 3 settembre a Vercelli dai presidenti della Regione, Mercedes Bresso, e della Provincia, Renzo Masoero, alla presenza dell'assessore regionale alla Cultura, Gianni Oliva. "Il complesso di Lucedio - hanno osservato Bresso e Oliva - rappresenta uno dei fiori all'occhiello dei beni culturali del Piemonte: a restauro avvenuto, la chiesa sarà già da vedere di per sé; si tratterà poi di valorizzarla con attività espositive e culturali". I lavori, dell'importo di 500mila euro, rappresentano il primo degli interventi dell'Intesa istituzionale di programma che i due enti hanno sottoscritto il 5 giugno 2006 e permettono il completamento dei due precedenti lotti per il restauro delle facciate laterali e del campanile medioevale.

12/09/2008

SICUREZZA NEI SACRI MONTI DEL PIEMONTE. IL PD HA PRESENTATO IN REGIONE UN ORDINE DEL GIORNO.

A seguito della brutale aggressione, subita il 26 agosto 2008, dai Frati Minori del Convento del Sacro Monte di Belmonte, il gruppo consiliare del Partito Democratico ha presentato in Consiglio regionale l'Ordine del Giorno "Sicurezza nei Sacri Monti del Piemonte" (primo firmatario il consigliere Marco Travaglini). Spiega il Consigliere regionale Alessandro BIZJAK (PD), tra i firmatari dell'Ordine del Giorno: "Negli ultimi tre anni si è accentuato il fenomeno dei furti e dei vandalismi nei Sacri Monti da parte di balordi, attratti dalla presenza di preziosi in questi luoghi, conosciuti e famosi come il Sacro Monte di Varallo anche perché iscritti nella Lista del Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, e collocati in zone isolate ed in ampi spazi boschivi. All'ormai sistematica spoliazione di cui soffre il patrimonio storico-artistico della nostra storia religiosa, diffuso fra chiese di campagna e di montagna, si aggiungono, oggi, fatti come quelli di Belmonte, che evidenziano l'inequivocabile innalzamento della soglia di rischio. Per queste ragioni, con l'Ordine del Giorno presentato dal PD si impegna la Giunta regionale a individuare le misure più idonee per garantire la sicurezza delle persone e dei beni dei Sacri Monti del Piemonte".

09/09/2008

640.000 EURO A FAVORE DEI PICCOLI COMUNI DEL VERCELLESE.

"La Regione Piemonte (Assessorato alle opere pubbliche - Bruna Sibille) ha stanziato circa 640.000,00 euro a favore di 18 Comuni della Provincia di Vercelli ai sensi della legge regionale 18/1984, ovvero la normativa che disciplina gli stanziamenti regionali per la realizzazione di strutture stradali, opere cimiteriali, municipi e reti di illuminazione pubblica. Si tratta di un ulteriore e concreto segnale di attenzione dell'amministrazione regionale nei confronti del nostro territorio e in particolare dei piccoli Comuni, infatti la legge 18 permette ai Comuni di piccole dimensioni di fare fronte a spese straordinarie.  I Comuni interessati sono: Alice Castello, Asigliano, Borgo d'Ale, Borgo Vercelli, Crescentino, Crova, Formigliana, Lenta, Lozzolo, Moncrivello, Pertengo, Pila, Postua, Quinto, Rive, Ronsecco, Sali, San Germano. Le risorse stanziate ai sensi della legge 18 si aggiungono a quelle previste dal finanziamento della legge regionale per il sostegno dei piccoli Comuni approvata nel giugno dello scorso anno. Grazie a quella normativa la Regione, già nell'anno 2007, aveva stanziato a favore dei piccoli Comuni del Vercellese circa 200.000,00 euro. Nei prossimi giorni in Consiglio regionale si discuterà del nuovo bilancio e come PD ci impegneremo per un rifinanziamento della legge".

05/09/2008

BANDA LARGA E COMUNE DI FONTANETTO PO: NESSUNA ESCLUSIONE DA PARTE DELLA REGIONE.

"Sono sorpreso dalle affermazioni fatte dal Sindaco di Fontanetto Po relativamente alla vicenda della connessione alla banda larga, in particolare le accuse di discriminazione da parte della Regione Piemonte, non si comprende bene sulla base di quali ragioni, nei confronti del Comune da lui amministrato. Le cose non corrispondono a quanto affermato dal Sindaco. La Regione Piemonte aveva raggiunto un accordo con un operatore privato di telefonia che, per ragioni esclusivamente di natura tecnica, aveva escluso da tale servizio Fontanetto Po e altri Comuni. L'amministrazione regionale, quindi, non ha mai operato alcuna esclusione.

05/09/2008

MANUALE PER SEPARARSI? MEGLIO REGALARE AGLI SPOSI UN'ADOZIONE A DISTANZA.

Capisco che siamo di fronte all'ennesima trovata pubblicitaria dell'On. Sindaco Buonanno ma regalare un manuale di divorzio e separazione agli sposi mi pare qualcosa di più di una provocazione, bensì un'offesa al progetto di vita che il matrimonio suggella tra due persone, anche quando viene considerato solo un negozio giuridico e non un sacramento. Un progetto di vita che non è a termine ma che rappresenta il fondamento della nostra società, così come affermato anche nella nostra Costituzione. Il dramma della fragilità di tante coppie non lo si affronta con boutade degne di un film comico. Consiglierei a Buonanno un'alternativa al suo manuale: regali agli sposi un'adozione a distanza di una bambina o di un bambino di un Paese povero. Lo fanno già altri Sindaci. Sarebbe un invito ad accogliere la vita e un segno concreto di solidarietà.

04/09/2008

LE MANI DELLA POLITICA SUL CENTENARIO DELLA PRO VERCELLI?

"I Presidenti Bresso e Masoero non avevano ancora finito di firmare l'accordo di programma sul restauro dell'abbazia di Lucedio, positivo esempio di collaborazione istituzionale che guarda agli interessi del territorio e non al colore politico delle amministrazioni, che, come spesso accade dalle nostre parti, qualcuno dimostrava di considerarsi più furbo di tutti gli altri. Mi riferisco al fatto che in queste ore diversi cittadini vercellesi sono raggiunti da telefonate con le quali, a nome dell'On. Roberto Rosso, vengono invitati a partecipare alle manifestazioni organizzate per celebrare i 100 anni del primo scudetto della Pro Vercelli. Ancora una volta è necessario denunciare pubblicamente il tentativo di etichettare politicamente, strumentalizzandolo, un evento che colore politico non ha e che non deve avere, a parte il colore sportivo del bianco delle storiche e sette volte scudettate casacche. E' quanto meno censurabile il fatto che qualcheduno tenti di attribuirsi meriti che non ha, dimenticando che i festeggiamenti della Pro Vercelli non hanno padrini politici ma un unico protagonista: la Pro. Consiglierei, pertanto, a Paganoni e Gaudenzi di stare in guardia, perché domenica prossima potrebbero essere raggiunti nello spogliatoio da una qualche telefonata con la quale il politico di turno pretende di dettare anche la formazione della squadra".

25/07/2008

REGIONE: PRESTITO AGEVOLATO PER TELERISCALDAMENTO E TELERAFFRESCAMENTO.

A partire dal 10 settembre 2008 e fino al 7 novembre le imprese private, pubbliche, miste e loro consorzi possono partecipare al nuovo Bando della Regione Piemonte per la realizzazione di impianti di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento limitatamente alla realizzazione o al potenziamento della rete . Il contributo è in forma di prestito agevolato. Sarà possibile anche presentare domanda nel 2009 nella finestra temporale dall'11 marzo all'8 maggio. Le domande devono essere indirizzate alla Finpiemonte S.p.A. (Galleria San Federico, 54 - 10121 Torino). In allegato il testo del Bando.

Condividi contenuti
Powered by Powered by Eta Beta

Alessandro Bizjak - Consigliere Regionale Regione Piemonte
via Arsenale, 14 - 10121 Torino - Tel. 011.57.57.461 - Fax 011.53.48.22 - E-mail: info@alessandrobizjak.it