News

17/09/2009

INSEDIAMENTO IMPIANTO TRATTAMENTO RIFIUTI SPECIALI E PERICOLOSI A GREGGIO. BIZJAK: "LA PROVINCIA DI VERCELLI RIFLETTA BENE".

I Consiglieri provinciali del centrosinistra della Provincia di Vercelli Alessandro Portinaro, Gabriele Bagnasco, Mariapia Massa, Giovanni Corgnati, Francesco Carcò e Gaetano Angelone hanno presentato un'Interrogazione relativa all'insediamento di un impianto di trattamento di rifiuti liquidi speciali pericolosi a Greggio (Vercelli).

02/09/2009

IMPIANTO A BIOMASSE DI SERRAVALLE: UNA SOLUZIONE INSENSATA.

La Conferenza dei Servizi della Provincia di Vercelli ha autorizzato la realizzazione di una centrale a biomasse a Serravalle Sesia, prevista per il 2010. Si tratta (per questa tipologia di soluzione impiantistica) di uno degli impianti più grandi tra quelli esistenti in Piemonte, collocato in area urbana e destinato a produrre energia elettrica bruciando legname per 23 MW.
Giudichiamo questo progetto insensato per ragioni di sostenibilità territoriale.

11/08/2009

SERVIZIO CIVICO VOLONTARIO DELLE PERSONE ANZIANE.

La Regione Piemonte ha approvato il Bando per l'attivazione dei progetti di servizio civico volontario delle persone anziane (legge regionale n. 1/2004). Il servizio civico è un'attività gratuita che risponde all'esigenza dell'anziano di ricoprire un ruolo ancora attivo, partecipando alla vita sociale, civile e culturale. Possono presentare progetti, integrati con la rete dei servizi sociali locali, i Comuni (singoli o associati) e le Comunità montane e collinari, avvalendosi anche della collaborazione di altri soggetti pubblici o privati, senza finalità di lucro, operanti sul territorio. Il servizio civico è destinato alle persone che abbiano compiuto il sessantacinquesimo anno di età o che percepiscano comunque un trattamento pensionistico in regime di quiescenza. Le Amministrazioni devono provvedere alla copertura assicurativa degli anziani.

10/08/2009

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DI AREE DISMESSE.

La Regione Piemonte (Assessorato Attività Produttive) ha approvato il Bando per il finanziamento di interventi di riqualificazione di aree dismesse. Tale Bando, che si inserisce nel Programma Operativo della Regione Piemonte cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (POR FESR 2007-2013), è mirato al finanziamento di interventi di recupero e di riqualificazione, secondo criteri di ottimizzazione della compatibilità ambientale, di siti dismessi al fine di destinarli all'insediamento di attività ed iniziative economico-produttive con particolare riguardo ai servizi avanzati. Le finalità del bando consistono, in particolare, nel fornire supporto finanziario per il recupero di siti dismessi (inclusi i siti industriali) e la loro riconversione; la infrastrutturazione dei siti dismessi e per l'attrazione e l'insediamento di attività economico-produttive e di servizio. I soggetti beneficiari possono essere i Comuni (singoli o tra loro consorziati), le Unioni di Comuni e le Comunità montane. La procedura di presentazione delle domande di contributo adotta una "modalità a sportello" che si intende aperto a partire dal 23 settembre 2009. Le domande devono essere presentate in modalità telematica, con successiva conferma in formato cartaceo alla Direzione regionale Attività Produttive (Via Pisano 6 - 10152 Torino)

In allegato copia del Bando e della modulistica.

23/07/2009

INVESTIMENTI A FAVORE DELLE AZIENDE SANITARIE: LA REGIONE HA STANZIATO 2.270.000 EURO PER 5 INTERVENTI NEL VERCELLESE.

La Giunta Regionale ha approvato il piano di investimenti a favore delle Aziende sanitarie regionali, finanziando una serie di importanti interventi in edilizia ed attrezzature sanitarie, ammodernamento tecnologico, fornitura di arredi ed attrezzature. All'ASL di Vercelli è stato assegnato un investimento complessivo di 2.270.000,00 euro, ripartiti a favore di cinque distinti interventi. Si tratta di un ulteriore significativo segno di attenzione da parte dell'amministrazione regionale nei confronti del nostro territorio, rendendo così possibile un miglioramento dell'offerta sanitaria a vantaggio di tutti i cittadini. Chi accusava il PD di non occuparsi di una realtà importante come l'ospedale di Vercelli dovrà ricredersi: questa è la dimostrazione che non solo la Regione  sta mettendo a punto il progetto di costruzione del nuovo presidio ospedaliero, ma interviene nell'immediato con significative risorse. Dunque il PD, lavora a favore del territorio e con tangibili risultati.

15/07/2009

PRESENTAZIONE DEI POLI DI INNOVAZIONE.

"In una fase in cui la crisi economica si fa sentire in modo forte, la Regione Piemonte lavora concretamente per il territorio vercellese, costruendo iniziative che vanno nella direzione della competitività, dello sviluppo e della occupazione. La presenza dell'Assessore Andrea Bairati e del Presidente di Finpiemonte Mario Calderini quest'oggi alla presentazione nella sede di Confindustria Vercelli del Polo d'innovazione per le energie rinnovabili e del Mini-Hydro, è un segnale importante che conferma anche la qualità del dossier presentato da Confindustria Vercelli-Valsesia. I poli di innovazione sono un progetto nel quale fin dall'inizio ho fermamente creduto ed ho lavorato affinché Vercelli fosse protagonista in questo campo. L'iniziativa di oggi è un primo risultato importante, infatti sono più di 50 aziende che vi hanno aderito. Adesso occorre rispettare i tempi indicati, affinché per settembre possa essere presentato e possa partire il piano operativo".

13/07/2009

NUOVA LEGGE REGIONALE IN MATERIA DI EDILIZIA ED URBANISTICA.

Il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato il "Provvedimento in materia di edilizia ed urbanistica", il cosiddetto "Piano Casa", in applicazione dell'intesa sottoscritta tra lo Stato e le Regioni. "La nuova legge consente ampliamenti per abitazioni mono e bifamiliari nonché di abbattere e ricostruire edifici con particolari caratteristiche; pertanto, pur nel rispetto di precise autorizzazioni e controlli, favorirà un forte sviluppo del settore edile in Piemonte nei prossimi anni. Abbiamo peraltro caratterizzato questa manovra legandola all'obbligo di realizzare le abitazioni nel rispetto di elevati standard ecologici e di risparmio energetico. Questa normativa, quindi, darà impulso alle industrie e agli artigiani impegnati nella diffusione delle energie alternative e del risparmio energetico. E' prevista la possibilità di recuperare edifici abbandonati, favorendo la riqualificazione di aree urbane degradate, e interventi per il recupero del patrimonio paesaggistico attraverso coperture e mascheramenti dei fabbricati. Si tratta di una misura senza oneri per la collettività che, anzi, potrà assicurare risorse agli enti locali. Una legge, dunque, che concilia sviluppo edile, occupazione, bisogni delle famiglie, tutela dell'ambiente. Tale legge, infatti, dovrà camminare di pari passo con un maggiore impegno da parte degli enti locali per limitare al massimo il consumo di suolo agricolo a fini abitativi".

10/07/2009

DDL SVILUPPO. "NO AL NUCLEARE OBSOLETO, PERICOLOSO E COSTOSO; NO AL SITO UNICO NAZIONALE DELLE SCORIE NEL VERCELLESE".

"Con il DDL Sviluppo il Governo propone, di fatto, un ritorno a un nucleare obsoleto, pericoloso nonché costoso. Come PD non siamo affatto contrari rispetto alla ricerca sul nucleare sicuro e pulito, ma quello che abbiamo acquistato dalla Francia, ancora prima di approvare la legge, è un nucleare che ci consentirà di produrre energia non prima di 10-12 anni, ad un costo elevato (perché bisogna conteggiare le spese necessarie per lo smaltimento delle scorie) e per di più senza quell'effetto occupazionale nel breve periodo che lo sviluppo delle energie rinnovabili potrebbe già generare fin da ora.  Per il Vercellese questa scelta è ancora più grave, perché è plausibile che il Governo opti proprio per quei siti già autorizzati, quali Trino e Leri Cavour, per scongiurare il pericolo che la lunga procedura prevista finisca per far rimanere il tutto sulla carta.

08/07/2009

OFFICINA MECCANICA VERCELLESE E INIZIATIVE PRODUTTIVE PIEMONTESI: SIGLATI I CONTRATTI DI INSEDIAMENTO.

"La sottoscrizione quest'oggi a Torino dei primi due contratti di insediamento che riguardano  il territorio vercellese rappresenta, in un momento di forte crisi economica, un segnale positivo che testimonia l´efficacia e la concretezza delle politiche messe in campo dalla Regione Piemonte per creare nuove opportunità di lavoro. Nell'ex-stabilimento della TMI Europe, infatti, si insedierà l´Officina Meccanica Vercellese, società controllata al 100% dalla holding Finpo, che detiene anche il controllo della Varesina Stampi. Il futuro stabilimento per lavorazioni di acciaio sarà in grado di soddisfare le richieste delle aziende di stampaggio e ingranaggere presenti in particolare nel Canavese e nel Varesino.A pieno regime si prevede l'occupazione di una quarantina di addetti. La IPP invece, una joint venture fra le primarie imprese del settore, si occupa della sterilizzazione degli strumenti chirurgici. L'investimento, per quest'ultima, è di 15 milioni di euro e si prevede l'occupazione di circa 42 addetti. Si tratta, quindi, di un´iniziativa importante e di un´ulteriore esempio di quale attenzione ci sia per il nostro territorio a livello regionale".

19/06/2009

I TAGLI DELLA GELMINI ED IL DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO VOLUTO DALLA PROVINCIA.

"Nello scorso mese di maggio il Presidente della Provincia annunciava pubblicamente che la scuola vercellese sarebbe stata immune da tagli e che tutto viaggiava a gonfie vele. Contemporaneamente, additava gli esponenti del Partito democratico come profeti di sventura, poiché si erano permessi di sollevare dubbi e perplessità sull'impatto che avrebbe avuto la cosiddetta riforma Gelmini anche sul nostro territorio e li invitava ad ammettere i propri errori. Che cosa dirà allora oggi Masoero di fronte alla protesta di presidi, insegnanti, genitori che evidenziano la confusione e le crescenti difficoltà in vista dell'apertura del prossimo anno scolastico? Aveva ragione lui o noi?

Condividi contenuti
Powered by Powered by Eta Beta

Alessandro Bizjak - Consigliere Regionale Regione Piemonte
via Arsenale, 14 - 10121 Torino - Tel. 011.57.57.461 - Fax 011.53.48.22 - E-mail: info@alessandrobizjak.it