LE POLITICHE DELLA REGIONE PIEMONTE E LE ATTESE DELLA CHIESA.

Nel 2007, con l'approvazione della Legge Regionale 28, si è compiuto un passo importante per garantire la libera scelta educativa e il diritto allo studio. Attraverso assegni di studio (buoni scuola), le famiglie possono liberamente scegliere l'istituto scolastico per i propri figli, rendendo così economicamente sostenibile l'accesso alle scuole cattoliche. In particolare sono assicurati complessivamente oltre 21 milioni di euro all'anno per assegni di studio spendibili presso le scuole paritarie di ogni ordine e grado e contributi alle scuole materne paritarie. È la legge che, nella storia della nostra Regione, stanzia più fondi in assoluto per il diritto allo studio e per la lotta all'abbandono scolastico. Si realizza così l'obiettivo di garantire a tutti i giovani l'accesso e il sostegno per il compimento del cammino educativo fino a raggiungere i più alti gradi di istruzione, nella libertà di scelta fra i diversi percorsi formativi, indipendentemente dalla situazione economica e sociale delle famiglie (in allegato il testo integrale).

Powered by Powered by Eta Beta

Alessandro Bizjak - Consigliere Regionale Regione Piemonte
via Arsenale, 14 - 10121 Torino - Tel. 011.57.57.461 - Fax 011.53.48.22 - E-mail: info@alessandrobizjak.it