Il Mio Impegno

Il 14 Ottobre 2007 è nato il Partito Democratico.

Le Elezioni Primarie sono state un importante momento di partecipazione nel quale siamo stati chiamati a scegliere chi guiderà il nuovo partito a livello nazionale come a livello regionale.

Ho scelto di sostenere Enrico LETTA per la segreteria nazionale (quindi la lista "I Democratici per Enrico Letta") e Gianfranco MORGANDO per la segreteria regionale (con la lista "Con Morgando il Piemonte è democratico") perché entrambi interpretano quelle esigenze di modernizzazione e di innovazione di cui la politica italiana e l'intero Paese hanno assoluto bisogno, coniugandole con i valori e la tradizione del cattolicesimo popolare.

Tre le parole d'ordine in cui credo: Libertà, Natalità, Mobilità.

Libertà come possibilità di piena realizzazione di se stessi nel rispetto degli altri e delle regole. Libertà come sicurezza. Libertà di fare una passeggiata alla sera come libertà di aprire un'impresa senza sottostare a ricatti. Libertà come rottura dei meccanismi di cooptazione dall'alto.

Natalità perché un Paese che non fa figli è un Paese che non cresce. Occorre superare le difficoltà che ostacolano il desiderio di famiglia: la casa deve essere una possibilità concreta, il lavoro deve aprire orizzonti che non siano solo di breve respiro: le donne devono poter conciliare maternità e impiego.

Mobilità è la risposta a un Paese bloccato. C'è rigidità nelle professioni, dominano le corporazioni e manca la "concorrenza. Serve mobilità di cultura, circolazione di idee, ma anche favorire la circolazione delle persone e delle merci attraverso le infrastrutture che ancora mancano.

Sul piano regionale il nuovo partito dovrà attuare una politica che sappia consolidare la ripresa economica in atto in Piemonte. Ma anche ridurre la forbice della disuguaglianza tra ricchi e poveri e offrire nuove opportunità ai giovani.

Enrico Letta e Gianfranco Morgando dimostrano che esiste possibilità di un modo diverso di fare politica, all'insegna della sobrietà e della serietà. Una politica non gridata, non fatta di litigi perenni, ma non per questo meno coraggiosa o meno incisiva.

Alessandro BIZJAK

Powered by Powered by Eta Beta

Alessandro Bizjak - Consigliere Regionale Regione Piemonte
via Arsenale, 14 - 10121 Torino - Tel. 011.57.57.461 - Fax 011.53.48.22 - E-mail: info@alessandrobizjak.it